mercoledì 25 febbraio 2009

COPPA ITALIA: DOLPHINS OUT MA E' STATA UNA BELLA ESPERIENZA!



FASE NAZIONALE PRELIMINARE COPPA ITALIA
PER VINCENTI COPPA REGIONALE FEMMINILE

GIRONE “B” (Citta’ di Pescara [Abruzzo], Dolphins Ancona [Marche], Femminile Preci [Umbria]). “PalaGiovanni Paolo II” PESCARA.

1^ GIORNATA

DOLPHINS ANCONA – FEMMINILE PRECI 3-8
Reti: 1° Marcela Inès Pedace (FP), 5° Pamela Gambelli (DA), 17° Neckel De Mello (FP), 29°, 31° p.t. e 54° Raquel Tolotti (FP), 30°, 34° e 35° Joseane Pinto Dias (FP), 50° e 58° Elisa Falcioni (DA). \

Le Dolphins anconetane che hanno partecipato alla manifestazione.

2^ GIORNATA

DOLPHINS ANCONA – CITTA’ di PESCARA 1-8
Reti:
4° e 40° Alessia Guidotti (CdP), 10° e 29° Valentina Di Gio’ Battista (CdP), 20° Liz Alves Lima (CdP), 36° Laura Pettinari (DA), 39° e 47° Consuelo D’Intino (CdP), 53° Natasha Ciccarelli (CdP). \

3^ GIORNATA

FEMMINILE PRECI - CITTA’ di PESCARA 2-0
Reti: 5° Neckel De Mello (FP), 62° Joseane Pinto Dias (FP). \

PLAY OFF QUALIFICAZIONE

DOLPHINS ANCONA – CITTA’ di PESCARA 1-4
Reti: 13° e 23° Ersilia D’Incecco (CdP), 26° Alessia Guidotti (CdP), 40° Valentina Falcioni (DA), 55° Francesca Mannavola (CdP). \

QUALIFICATE ALLA FINAL- EIGHT: FEMMINILE PRECI & CITTA’ di PESCARA.

Il team preciano, vincitore del Girone B!

Commento: Se la cava abbastanza bene la squadra dorica di mister Massa, considerando che il pronostico era chiuso in patenza, avendo “pescato” dall’urna due fra le migliori 4 squadre italiane, che oltre alla Coppa, puntano apertamente allo scudetto tricolore. Le umbre carioca-argentine del Preci e le vice campionesse d’Italia del Pescara. Infatti tutto è andato da pronostico, ma le “delfine” hanno fatto una buona figura non raccogliendo delle goleade e, specialmente nell’ultima gara di playoff, facendo sudare alle pescaresi un successo preventivato. Inoltre nell’ultima partita non c’erano la Catena e la Borgogelli (quest’ultima assente in tutte le gare), pedine importantissime nello scacchiere dorico. Senz’altro un’ esperienza importante giocare contro queste squadre fortissime, che fa’ crescere sempre e comunque il livello di consapevolezza di chi ci gioca contro.

Tamburrini Paolo

Archivio blog